Gluteoplastica

Una delle parti del corpo che hanno la maggiore tendenza ad indebolirsi o appiattirsi è sicuramente il gluteo. La sua importanza nella bellezza del corpo femminile non è però da sottovalutare e per questo avere un gluteo piatto o flaccido in seguito a forti perdite di peso può causare problemi durante la prova costume. Fortunatamente, la chirurgia estetica fornisce una risposta pronta a questa carenza estetica. Con l’inserimento di protesi o il riposizionamento del proprio grasso, è infatti possibile dare una forma più tonda al proprio gluteo e/o ingrandirlo.

Scopri di più
cliniche_nova_genesis-chirurgia-plastica20-addominoplasti3
  • Durata dell'intervento: 1 ora circa
  • Anestesia: locale
  • Tipo di ricovero: 1 giorno
  • Ritorno al sociale: 7 giorni
  • Esposizione al sole: 1 mese
  • Ritorno attività sportiva: 1 mese

Informazioni Generali

Informazioni intervento

Due sono le tipologie dell’intervento di gluteoplastica: il posizionamento di protesi in silicone trasferimento di grasso con la tecnica del lipofilling Nel primo caso, la durata dell’intervento è di circa due ore; nel secondo caso, l’intervento è più breve ed è svolto in un’ora. L’anestesia scelta è solitamente quella locale, ed è previsto il ricovero della paziente per una notte.

Fasi dell’intervento

Il chirurgo inciderà la zona fra le natiche per inserire le protesi in silicone nel gluteo. L’intervento si conclude con l’applicazione dei punti di sutura. Diversa è la procedura della gluteoplastica con lipofilling. In quel caso, verranno fatti dei prelievi di grasso da altre parti del corpo. Il grasso verrà poi filtrato e depurato, e in seguito verrà iniettato nel gluteo. La gluteoplastica con lipofilling non richiede l’applicazione di punti di sutura.

Quando è indicato

La gluteoplastica è un intervento indicato a tutte le donne con glutei piatti o flaccidi. Questo inestetismo può verificarsi in seguito a considerevoli perdite di peso, a causa di mancanza di attività fisica o dell’età avanzata. Attraverso l’operazione della gluteoplastica, la mancanza di piacevolezza del gluteo può essere risolta in maniera veloce e duratura.

In cosa consiste

Con l’operazione chirurgica della gluteoplastica vengono inserite due protesi in silicone nel gluteo. L’incisione per permettere l’inserimento delle protesi verrà effettuata nella zona fra le natiche, così da nascondere la cicatrice. Nel caso in cui la paziente abbia degli accumuli adiposi rilevanti, è possibile intervenire con la gluteoplastica con lipofilling. In questo caso, il chirurgo asporterà del grasso da altre parti del corpo della paziente e lo trapianterà nel gluteo per mezzo di piccole incisioni. In questo modo si avrà il doppio effetto di liposuzione e di ingrandimento o di rimodellamento del fondoschiena.

Le Specifiche

La paziente dovrà eseguire gli esami del sangue e l’elettrocardiogramma, oltre ad eventuali altri esami prescritti dal medico durante la visita. Il chirurgo sceglierà durante il controllo la tipologia di intervento più appropriato, osservando le condizioni della paziente. Nelle settimane precedenti all’intervento, sono da evitare sigarette e farmaci antiinfiammatori, che provocano sanguinamento. La paziente, per ottenere i migliori risultati, dovrà controllare l’alimentazione prima dell’intervento e presentarsi al suo peso forma.

Dopo l’intervento è necessario seguire attentamente le indicazioni date dal chirurgo. In linea generale, per il primo mese è importante non svolgere alcun tipo di attività sportiva ed evitare l’esposizione al sole della zona interessata. Nei giorni successivi all’intervento, la zona potrebbe essere dolorante, specialmente se la paziente dovrà rimanere seduta a lungo.

La durata dei risultati dipendono dal tipo di intervento effettuato. Nel caso in cui vengano impiantate delle protesi, queste hanno una durata minima di dieci anni. È possibile dunque che sia necessario sostituirle nel tempo. Nel caso del lipofilling, i risultati sono molto duraturi e soltanto l’avanzamento dell’età farà perdere consistenza al gluteo. Nei primi mesi dopo l’operazione può avvenire un parziale riassorbimento da parte dell’organismo.

Le domande ai Dottori

Meglio le protesi o le iniezioni di grasso per i glutei?

Le protesi rimangono lo standard qualitativamente migliore per la gluteoplastica. Il volume si aggiunge ai glutei, è stabile e permanente. Le iniezioni di grasso sono meno invasive e hanno tempi di recupero più rapidi. I miglioramenti volumetrici sono scarsi e per ottenere lo stesso risultato delle protesi sono necessarie più sedute e quindi un maggior esborso di soldi.

Serve un ricovero in ospedale per la gluteoplastica?

Molto spesso non è necessario. Sarete in grado di tornare a casa in poche ore dall'innesto.

Un'altervativa alla gluteoplastica?

Esiste la possibilità di effettuare trattamenti di medicina estetica al posto della gluteoplastica. Per esempio il filler che può essere effettuato a livello ambulatoriale ma, a differenza della gluteoplastica, va ripetuta periodicamente perchè l'acido ialuronico viene assorbito. Questo trattamento può dare buoni risultati ma non potrà mai sostituire o eguagliare quello ottenuto con l'intervento chirurgico.

Quando non effettuare l'intervento di gluteoplstica?

La gluteoplastica è controindicata in presenza di malattie quali il diabete, l'insufficienza renale oppure croniche quali ipertensione.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

(L’accettazione è necessaria per procedere. La mancata accettazione rende ineseguibile qualsivoglia attività.)

2.