Mastopessi

Il seno è, per la sua posizione e importanza nell’aspetto fisico, parte fondamentale della femminilità e della sensualità di una donna. Quando è cadente, però, il seno smette di esprimere fecondità e dà l’impressione di qualcosa di troppo maturo e di smorto, facendo perdere alla donna gran parte della sua attrazione. Per risolvere una problematica simile, è possibile ricorrere a un intervento di mastopessi, che rimodella e rialza la mammella per darle un aspetto più morbido e sodo.

Scopri di più
cliniche_nova_genesis-chirurgia-plastica20-addominoplasti2
  • Durata dell'intervento: 2 - 3 ore
  • Anestesia: locale o generale
  • Tipo di ricovero: 1 giorno/day surgery
  • Ritorno al sociale: 2 settimane
  • Esposizione al sole: 3 mesi
  • Ritorno attività sportiva: 3 - 6 settimane

I nostri Prima e Dopo

Informazioni Generali

Quando è indicato

La mastopessi si consiglia a donne con un seno molto rilassato, a causa delle cicatrici permanenti e visibili che l’intervento lascia. Se l’abbassamento della mammella è soltanto lieve, il chirurgo valuterà e consiglierà la paziente sul da farsi. Con la mastopessi è però possibile risolvere casi di ptosi, ovvero di abbassamento del seno, severi e correlati a importanti disagi psicologici. Un seno più alto è infatti sinonimo di sensualità e di apprezzamento da parte del genere maschile, nonché generalmente di maggiore autostima.

Informazioni intervento

L’intervento chirurgico di mastopessi dura tra i 90 minuti e le tre ore. Solitamente l’operazione si svolge sotto anestesia locale e sedazione, ma a seconda del caso il chirurgo potrà decidere di effettuare un’anestesia totale. La mastopessi può essere eseguita in day surgery o richiedere una notte di ricovero della paziente.

Fasi dell’intervento

Esistono diversi tipi di mastopessi e il chirurgo valuterà come operare di caso in caso. La procedura tradizionale inizia con tre incisioni, attorno all’areola, sotto di essa e lungo la piega sottomammaria. Il chirurgo estetico rimuove poi l’eccesso di cute e riposiziona l’areola, riducendola nel caso in cui essa sia troppo grande. L’intervento termina con l’applicazione di punti di sutura e di fasciature compressive.

In cosa consiste

La mastopessi è un intervento che rimodella il seno rilassato e cadente, eliminando l’eccesso di cute e riposizionando l’areola nella posizione più corretta. Il risultato di questo intervento è un seno più alto e più sodo.

Le Specifiche

Gli esami del sangue e l’elettrocardiogramma sono analisi necessarie per ogni intervento chirurgico e quindi anche per la mastopessi. Il chirurgo esaminerà durante la visita medica la conformazione e le caratteristiche del seno per decidere la procedura migliore da attuare e informerà la paziente sulle aspettative dei risultati. Prima dell’intervento, si raccomanda di non fumare per due settimane e di non assumere farmaci anti-infiammatori per evitare un sanguinamento maggiore durante l’operazione.

Dopo l’intervento, saranno applicate delle medicazioni compressive e dei punti di sutura, da rimuovere dopo circa due settimane. La paziente dovrà indossare un reggiseno compressivo per altre due settimane dopo la rimozione delle fasciature. Il seno sarà dolorante e livido per qualche giorno, ma sia il dolore che la tumefazione scompariranno da soli con un po’ di pazienza. La paziente potrebbe anche perdere sensibilità per lo stesso periodo. È necessario evitare di esporre il seno al sole per almeno tre settimane. L’attività sportiva deve essere sospesa per almeno un mese.

I risultati della mastopessi sono permanenti, ma possono causare asimmetrie che devono essere risolte con un piccolo ritocco. L’abbassamento del seno dopo l’intervento riprende con l’avanzamento dell’età ed è facilitato da variazioni di peso della paziente.

Le domande ai Dottori

Qual è la differenza tra la mastoplastica riduttiva e la mastopessi?

Entrambe risollevano il seno. Mentre per la prima vi una riduzione del volume del seno, nella mastopessi il volume rimane costante.

Posso allattare dopo un intervento di mastopessi?

Come per l'intervento di mastoplastica additiva, anche dopo una mastopessi la funzione viene sempre preservata.

Si può risollevare il seno e contemporaneamente aumentarne il volume?

È una richiesta molto frequente. Durante l'intervento di mastopessi si impianta anche una protesi mammaria.

Dopo la mastopessi la sensibilità del capezzolo cambia?

Nei primi due-tre mesi la sensibilità risulta alterata, ma è del tutto normale. Dopo tale periodo tutto torna come prima.

La mastopessi lascia cicatrici evidenti?

Normalmente dopo un intervento di mastopessi rimangono 2 cicatrici, una rotonda periareolare, e una lineare verticale che dal bordo inferiore dell’areola scende verso il solco sottomammario. Solo in casi di cicatrizzazione ipertrofica possono non essere esteticamente soddisfacenti.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

(L’accettazione è necessaria per procedere. La mancata accettazione rende ineseguibile qualsivoglia attività.)

2.