Mastoplastica

Additiva

Il seno è da sempre simbolo della fertilità e della sensualità di una donna; anche per questo, avere un seno florido e formoso è il desiderio di moltissime donne. La natura non è però stata gentile e abbondante con tutte, così che molte devono accontentarsi di quello che hanno. O forse no. Con la mastoplastica additiva è finalmente possibile avere il seno curvo e pieno sempre desiderato, con il risultato di aumentare la propria femminilità.

Il Dr. Rossi Todde collabora con Guidaestetica.it come esperto sulla mastoplastica additiva.

Scopri di più
cliniche_nova_genesis-medicina-chirurgia-estetica10
  • Durata dell'intervento: 1-2 ore
  • Anestesia: Locale + Sedazione o generale
  • Tipo di ricovero: Day Surgery
  • Ritorno al sociale: 2 settimane
  • Esposizione al sole: 6 settimane
  • Ritorno attività sportiva: 3-4 settimane circa

I nostri Prima e Dopo

Informazioni Generali

Informazioni intervento La durata dell'intervento di mastoplastica additiva può oscillare tra i 60 e i 90 minuti e viene effettuato sotto anestesia locale (con sedazione) o generale. È solitamente prevista una notte di ricovero della paziente. La posizione delle cicatrici dipende dalla tecnica scelta, ma è comunque nascosta o nella zona periareoleare, o sotto l'ascella, o sul solco sottomammario. Quando è indicato La mastoplastica additiva è indicata alle donne che desiderano un seno più grande, curvo e formoso, ma non solo: con questo intervento è possibile anche correggere differenze di dimensioni tra i due seni o risolvere perdite di forma o volume dopo gravidanze e allattamenti. I benefici di un intervento simile sono di natura estetica e psicologica. Il seno è infatti una parte del corpo femminile molto apprezzata dagli uomini. Fasi dell' intervento Il chirurgo pratica un'incisione lunga qualche centimetro attorno all'areola, nel solco sottomammario o nel cavo ascellare. A seguito di questo, la protesi viene posizionata sotto il muscolo per proteggerla meglio, o addirittura sotto la ghiandola. Conclusa questa operazione, il chirurgo applica i punti di sutura e un'attenta medicazione. In cosa consiste La mastoplastica additiva è l'intervento che permette di aumentare la dimensione del seno attraverso l'introduzione di protesi in gel di silicone. La consistenza delle protesi è assimilabile a quella di un seno naturale.

Le Specifiche

Il chirurgo prescrive gli esami da effettuare, che comprendono sicuramente gli esami del sangue, un elettrocardiogramma e una mammografia. Durante la visita medica specialistica, la paziente esprime poi le sue aspettative riguardo all’intervento e si confronta con il chirurgo su queste. Da evitare sono fumo e farmaci anti-infiammatori per le due settimane precedenti alla mastoplastica additiva.

I punti di sutura vengono normalmente rimossi dopo una settimana o dieci giorni, ma è consigliabile un periodo di riposo dal lavoro superiore, attorno alle due settimane. La paziente dovrà sospendere l’attività fisica per almeno 20-25 giorni ed evitare l’esposizione al sole della zona interessata per un mese e mezzo. A distanza di un anno, sarà necessario ripetere la mammografia effettuata anche prima dell’intervento per valutare lo stato delle protesi e la riuscita della mastoplastica.

I risultati definitivi sono visibili a distanza di 5-7 settimane dall’intervento, quando il seno si è assestato nella sua posizione naturale. Le protesi hanno una vita media molto lunga, anche superiore ai 15 anni, grazie ai materiali all’avanguardia che vengono utilizzati.

Le domande ai Dottori

Dove viene fatta l’incisione per inserire le protesi?

Le incisioni per l'inserimento delle protesi possono essere fatte nel bordo inferiore dell’areola, oppure nel solco sottomammario. Entrambe lasciano cicatrici poco visibili.

Di che materiale sono fatte le protesi?

L’involucro esterno è fatto di silicone, mentre il contenuto può variare, silicone o soluzione fisiologica.

Quanto durano le protesi?

Di solito il ciclo di vita di una protesi è di 10 anni, periodo dopo il quale è consigliabile sostituirle se creano problemi. Non c'è comunque una scadenza predeterminata, infatti se non danno complicazioni o altro possono anche essere considerate definitive.

Le protesi mammarie scoppiano in aereo?

È “leggenda metropolitana”. Le protesi sono studiate per sopportare sollecitazioni importanti e non possono “scoppiare”.

Alla palpazione il seno risulta naturale?

La protesi è estremamente naturale al tatto, diventa quasi impercettibile se posta sottomuscolo.

Dopo quanto tempo posso riprendere l'attività sportiva ed espormi al sole?

Per quanto riguarda l'attività sportiva può essere ripresa dopo circa tre settimane, se il posizionamento della protesi è avvenuto a livello reto-muscolare anche il movimento delle braccia dovrà essere limitato i primi 14 giorni. Consiglio di aspettare almeno 4 mesi, invece, prima di esporre le cicatrici al sole. Consiglio di applicare comunque una protezione solare elevata (+50).

Si può risollevare il seno e contemporaneamente aumentarne il volume?

È una richiesta molto frequente. Durante l'intervento di mastopessi si impianta anche una protesi mammaria.

Può aumentare il rischio di cancro al seno?

Al contrario. Molto spesso i comuni esami che si effettuano prima e dopo l’intervento permettono di scoprire eventuali patologie, magari allo stato iniziale e che possono dunque essere tempestivamente risolte.

Posso eseguire altri interventi insieme alla blefaroplastica?

Solitamente la blefaroplastica può essere eseguita in associazione ad altri interventi quali il lifting al volto, la mastoplastica additiva, la liposuzione.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

(L’accettazione è necessaria per procedere. La mancata accettazione rende ineseguibile qualsivoglia attività.)

2.