Mentoplastica

donna

Il mento non è probabilmente la parte del corpo femminile più appariscente, ma gioca un ruolo fondamentale nell’armonia di un viso pulito e delicato. Se la parte inferiore del viso è troppo allungata, spigolosa o asimmetrica, il volto può perdere gran parte della sua femminilità e causare importanti disagi psicologici e sociali. Per risolvere questo problema, si può ricorrere a un intervento di mentoplastica, che serve a correggere un mento sproporzionato al resto del volto.

Scopri di più
cliniche nova genesis donna viso spalla dorso mano sul mento
  • Durata dell'intervento: 1-2 ore
  • Anestesia: generale
  • Tipo di ricovero: day surgery/1 notte
  • Ritorno al sociale: 3-7 giorni
  • Esposizione al sole: 1 mese
  • Ritorno attività sportiva: 1 mese

Informazioni Generali

Informazioni intervento

La durata di una mentoplastica è di una-due ore a seconda del caso e dell’entità dell’intervento. Si svolge sotto anestesia locale e profonda sedazione, così che il ricovero della paziente non è necessario. Le incisioni necessarie all’intervento vengono effettuate tra la gengiva e il labbro inferiore e sono quindi completamente nascoste dentro la cavità orale.

In cosa consiste

La mentoplastica è un intervento chirurgico finalizzato a correggere un mento sproporzionato rispetto al resto del volto. Ci sono due tipi di mentoplastica: con la mentoplastica additiva si corregge un mento troppo piccolo, inserendo una protesi in silicone su misura; con la mentoplastica riduttiva si corregge un mento troppo allungato o spigoloso, eliminando la porzione ossea in eccesso. L’intervento di mentoplastica è in grado di ottenere risultati eccellenti senza lasciare cicatrici visibili, in quanto l’incisione viene praticata dentro la cavità orale.

Quando è indicato

Con la mentoplastica è possibile correggere molti difetti del mento e perciò bisogna distinguere tra mentoplastica additiva e mentoplastica riduttiva. La prima viene effettuata se il mento è troppo piccolo; la seconda risolve i casi di mento troppo allungato, spigoloso o asimmetrico. Poiché il problema è di natura ossea, la via chirurgica è l’unica soluzione possibile per risolvere problemi legati alla forma del mento. I risultati sono però eccellenti e il volto godrà di tutti i benefici di un mento proporzionato ai lineamenti della donna.

Fasi dell’intervento

Ci sono due tipi di mentoplastica: la mentoplastica riduttiva e la mentoplastica additiva. Con la mentoplastica riduttiva, il chirurgo incide la parte tra la gengiva inferiore e l’interno del labbro inferiore. Dopo aver scoperto, per mezzo di questa incisione, la parte ossea del mento, il chirurgo rimuove attentamente l’osso in eccesso. A operazione completata, vengono applicati i punti di sutura e un’abbondante medicazione. Completamente diverso è l’intervento della mentoplastica additiva, a parte per il luogo dell’incisione, lo stesso di quello della mastoplastica riduttiva. Il chirurgo, dopo aver inciso la zona tra labbro e gengiva inferiore, crea una sacca nella posizione desiderata, che ospiterà una protesi in silicone appositamente creata per le esigenze della paziente. Anche in questo caso l’intervento si chiude con la sutura dell’incisione e l’applicazione di una medicazione attenta.

Le Specifiche

Oltre agli esami del sangue e all’elettrocardiogramma previsto per ogni intervento chirurgico, per la mentoplastica è necessaria anche una radiografia al mento per valutare la sua conformazione ossea. Durante l’incontro con il chirurgo, la paziente esprimerà le sue aspettative e deciderà quale forma del mento ottenere. La paziente dovrà prestare attenzione a non fumare e non assumere farmaci anti-infiammatori per le due settimane precedenti all’operazione.

Solitamente il decorso post-operatorio è poco doloroso, ma la zona del mento e dell’incisione si presenterà molto probabilmente gonfia. Le medicazioni saranno rimosse dopo 6-8 giorni e, dopo lo stesso periodo, sarà possibile riprendere l’attività lavorativa. La paziente dovrà evitare esposizioni prolungate al sole o attività fisica per circa un mese, per consentire alla zona di guarire completamente.

I risultati della mentoplastica sono permanenti e visibili a distanza di qualche mese dall’intervento. Mentre nel caso della mentoplastica additiva i risultati sono però reversibili, perché le protesi possono essere rimosse con un secondo intervento chirurgico, con la mentoplastica riduttiva si ottengono dei risultati non reversibili. La paziente dovrà in questo caso scegliere con molta cura la forma del mento da lei desiderata.

Le domande ai Dottori

Quali altri trattamenti esistono oltre alla mentoplastica?

Il rimodellamento del mento può avvenire con iniezioni di acido ialuronico.

Dove vengono fatte le incisioni nella mentoplastica?

Le incisioni vengono praticate all'interno delle cavità orale e quindi risultano completamente invisibili.

A che età è consigliabile sottoporsi ad un intervento di mentoplastica?

È preferibile aspettare la fine dello sviluppo delle strutture ossee che avviene generalmente intorno ai 15-16 anni.

Le forme delle protesi della mentoplastica subiscono modificazioni con il trascorrere del tempo?

L'intervento di mentoplastica additiva è permanente. Si può verificare una leggera riduzione della sporgenza del mento dopo un periodo di tempo che va dai 15 ai 20 anni.

Quando non posso sottopormi alla mentoplastica?

Questo intervento è sconsigliato in caso di patologie cardio-vascolari, insufficienza respiratoria.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

(L’accettazione è necessaria per procedere. La mancata accettazione rende ineseguibile qualsivoglia attività.)

2.