Mentoplastica

uomo

Un mento sproporzionato, troppo lungo o sfuggente può essere causa di un grande problema estetico per ogni uomo. Dato che il problema di un mento dalla forma strana è di natura ossea, anche l’uomo più combattivo non può fare nulla per risolverlo, a parte ricorrere a un intervento di mentoplastica. Con questa operazione chirurgica, ci si può regalare la forma del mento che si è sempre desiderata e migliorare notevolmente l’estetica di tutto il viso. Il mento è infatti una parte molto importante del nostro fisico, a causa della sua visibilità.

Scopri di più
cliniche_nova_genesis-medicina-chirurgia-estetica18-uomo4
  • Durata dell'intervento: 60 – 120 minuti
  • Anestesia: generale
  • Tipo di ricovero: day surgery/1 notte
  • Ritorno al sociale: 3-7 giorni
  • Esposizione al sole: 1 mese
  • Ritorno attività sportiva: 1 mese

Informazioni Generali

Informazioni intervento

La mentoplastica è un intervento che può durare dai 60 ai 120 minuti e che richiede un’anestesia locale abbinata alla sedazione del paziente. Le cicatrici lasciate dall’intervento sono permanenti, ma nascoste all’interno della bocca. Il chirurgo incide infatti la parte tra il labbro e la gengiva inferiore per effettuare l’intervento. Non è previsto il ricovero del paziente.

In cosa consiste

Nel caso di una mentoplastica riduttiva, con una piccola fresa elettrica si provvederà ad asportare la parte di osso in eccesso; se invece l’intervento ha lo scopo di aumentare il volume del mento, verrà creata una sacca che ospiterà la protesi solida, operazione che deve essere svolta con cura per evitare che la protesi entri in contatto con la cavità orale, provocando infezioni.

Quando è indicato

La mentoplastica è indicata per gli uomini dal mento sproporzionato rispetto al resto del volto e che vogliono migliorare il proprio aspetto estetico. Per i casi in cui il mento sia troppo grande, allungato o spigoloso, si opera una mentoplastica riduttiva, limando l’osso in eccesso. Se invece il mento è troppo piccolo, il chirurgo effettua una mentoplastica additiva, inserendo delle protesi su misura che danno la forma desiderata al mento. Avere un mento sproporzionato è un problema molto importante, che può causare problematiche di tipo psicologico e sociale, oltre che naturalmente di tipo estetico. Fatti forza e risolvi il problema alla radice con la mentoplastica.

Fasi dell’intervento

Con mentoplastica ci si riferisce a due interventi distinti: la mentoplastica riduttiva e la mentoplastica additiva. Entrambi iniziano con un’incisione sulla linea tra il labbro inferiore interno e la gengiva inferiore (fornice gengivale inferiore). A questo punto, nella mentoplastica additiva viene creata una sacca per ospitare la protesi. Quest’ultima viene poi posizionata correttamente dal chirurgo, che, a operazione terminata, sutura la ferita e applica la medicazione. Nella mentoplastica riduttiva, invece, dopo l’incisione iniziale, il chirurgo scopre l’osso del mento e rimuove il tessuto osseo in eccesso con una piccola fresa. Dopodiché, l’operazione è da considerarsi completata; vengono applicati i punti di sutura e una solida medicazione.

Le Specifiche

Il paziente dovrà effettuare gli esami del sangue, un elettrocardiogramma e una radiografia al mento. Il chirurgo, durante la visita medica, informerà il paziente sui risultati e si confronterà con lui per valutare le sue aspettative. È importante non fumare né assumere farmaci anti-infiammatori per le due settimane precedenti all’intervento.

I punti all’interno della bocca potrebbero dare fastidio durante l’alimentazione e verranno rimossi a distanza di una settimana. Il lavoro, se non troppo stancante fisicamente, può essere ripreso dopo 6-8 giorni, mentre per l’attività sportiva e l’esposizione al sole bisognerà aspettare un mese circa.

Bisogna prestare attenzione prima di una mentoplastica riduttiva, perché i risultati sono permanenti, ma anche irreversibili. Per quanto riguarda quella additiva, i risultati sono duraturi e il paziente può far rimuovere le protesi se non è soddisfatto dell’intervento.

Le domande ai Dottori

Quali altri trattamenti esistono oltre alla mentoplastica?

Il rimodellamento del mento può avvenire con iniezioni di acido ialuronico.

Dove vengono fatte le incisioni nella mentoplastica?

Le incisioni vengono praticate all'interno delle cavità orale e quindi risultano completamente invisibili.

A che età è consigliabile sottoporsi ad un intervento di mentoplastica?

È preferibile aspettare la fine dello sviluppo delle strutture ossee che avviene generalmente intorno ai 15-16 anni.

Le forme delle protesi della mentoplastica subiscono modificazioni con il trascorrere del tempo?

L'intervento di mentoplastica additiva è permanente. Si può verificare una leggera riduzione della sporgenza del mento dopo un periodo di tempo che va dai 15 ai 20 anni.

Quando non posso sottopormi alla mentoplastica?

Questo intervento è sconsigliato in caso di patologie cardio-vascolari, insufficienza respiratoria.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

2.