Peeling

La pelle del volto è in continua evoluzione per via del continuo ricambio cellulare e una pelle con troppe imperfezioni rischia di rovinare l’armoniosità e la delicatezza del volto femminile. Grazie al peeling chimico è possibile accelerare il rinnovamento cellulare così da avere un volto sempre pulito e giovane, migliorandone l’esfoliazione. Grazie a questo trattamento rapido e non chirurgico le cellule morte o danneggiate si ricambieranno con una velocità notevolmente maggiore, così da porre rimedio a quelle imperfezioni dovute al tempo e agli agenti atmosferici che rendono la cute secca e opaca ma anche per combattere i segni dell’acne.

Scopri di più
cliniche_nova_genesis-medicina-chirurgia-estetica12
  • Durata dell'intervento: 15 minuti
  • Anestesia: nessuna
  • Tipo di ricovero: nessuno
  • Ritorno al sociale: immediato
  • Esposizione al sole: 10 giorn
  • Ritorno attività sportiva: immediato

Informazioni Generali

Informazioni trattamento

Tramite l’applicazione di una soluzione contenente uno o più agenti chimici, vengono stimolate la produzione di collagene ed elastina così da velocizzare il ricambio cellulare, l’esfoliazione e riportare la giovinezza sulla cute del paziente. Il peeling chimico può agire a diverse profondità e intensità in base alla pelle del paziente. L’intensità del trattamento verrà quindi decisa in seguito a un colloquio col medico.

Quando è indicato

Non esiste un target specifico per questo trattamento, la scelta di sottoporsi a questo trattamento dipende infatti dalla volontà di una persona di velocizzare il ricambio cellulare rendendo così la pelle più giovane, pulita e idratata.

In cosa consiste

Il trattamento consiste nell’applicazione tramite pennello o cotton fioc di una soluzione contenente uno o più agenti chimici come l’acido glicolico, l’acido salicilico e l’acido tricloroacetico. Le concentrazioni di queste sostanze dipende dalla profondità del peeling. Quando il peeling è molto superficiale infatti si agisce solo sulla parte più esterna e si tratta di un trattamento particolarmente rapido e semplice. Nel peeling di media profondità, consigliato per le conseguenze di acne, varicella, melasma o per rughe di media intensità, si utilizzano soluzioni più concentrate e possono essere abbinate all’uso di diversi filler. Nei peeling ancora più profondi la soluzione è ulteriormente concentrata ed è possibile avvertire bruciori anche intensi, per questo talvolta il peeling profondo è sostituito da maggiori sedute di peeling a media profondità.

Le Specifiche

Nelle due settimane precedenti al trattamento si consiglia di preparare la pelle con cosmetici a base di acido glicolico e prodotti ricchi di alfa- idrossi-acidi per favorire la futura guarigione della pelle nel post intervento. Si consiglia l’uso di sostanze depigmentanti (come acido cogico, idrochinone, sunblock, AHA) per ridurre la quantità di melanina nella parte superficiale della pelle. Appunto per questo motivo il peeling chimico non viene di solito effettuato in primavera inoltrata e in estate.

Il tempo di recupero varia in base alla profondità del peeling e alle caratteristiche del paziente. Comune è la sensazione di lieve bruciore e pizzicore durante l’applicazione della soluzione ma è destinata a sparire velocemente. Nei giorni successivi si avrà un’azione di desquamazione, più o meno evidente, che durerà dai 5 ai 10 giorni, sempre in base alle caratteristiche del paziente. Alla fine della procedura verrà applicata una crema lenitiva ma si raccomanda comunque al paziente di non esporsi ai raggi solari, per questo è indispensabile l’applicazione di una crema con schermo solare 50+ per diverse settimane. Il ciclo di trattamento prevede 3-4 sedute a intervalli di circa 20 giorni.

I risultati sono buoni e spesso visibili già dopo le prime due o tre sedute. Fondamentale per avere ottimi risultati sarà la gestione delle azioni successive al trattamento come la desquamazione e la cura che il paziente avrà nell’evitare i raggi UV e seguire le indicazioni del medico. Se il paziente non avrà cura di questi passaggi potrebbe mettere a rischio il risultato finale dell’intero trattamento. In caso contrario i risultati saranno ottimi, fino alla riduzione dell’incidenza di alcuni tumori della pelle.

Le domande ai Dottori

Dopo il trattamento di peeling cosa devo fare ?

Terminato il trattamento verrà applicata una crema idratante e lenitiva. A casa verranno prescritti cosmetici idratanti ed un filtro a protezione molto alta per evitare discromie cutanee. Al termine del peeling in ambulatorio verrà applicata una crema con finalità idratanti e lenitive oltre ad un filtro a protezione molto alta. Verranno in seguito prescritti a domicilio adeguati cosmeticiidratanti con l’aggiunta sempre di un filtro ai raggi solari. La fotoprotezione dopo un peeling è necessaria per limitare il rischio di discromie cutanee.

Il peeling è doloroso ?

Dipende dall’agente chimico utilizzato. Sì avvertirà un leggero pizzicore se si utilizza l'acido glicolico, in caso venga scelto l'acido salicidico per alcuni munuti potremo sentire un lieve bruciore.

Quando si deve fare un peeling ?

Le indicazioni principali per cui consiglierei di sottoporsi ad un trattamento di peeling superficiale sono la presenza di segni di invecchiamento cutaneo ( piccole rughe, macchie scure, ridotta elasticità cutanea) , dall’acne, dall’aspetto spugnoso e lucido della cute seborroica.

Quante sedute di peeling sono necessarie ?

Dipende dal problema da trattare.Per pelle seborroica/acneica, sono consigliate 4-6 sedute, 1 seduta ogni 3 settimane. Per trattare le macchie cutanee tipo lentigo solari o melasma, dalle 3 alle 8 sedute anche in rapporto alla risposta, 1 seduta ogni 4 settimane. Per aumentare l’efficacia del trattamento, si possono anche associare trattamenti complementari, come la luce pulsata o la classica biorivitalizzazione.

È rischioso fare un peeling?

Il rischio zero in medicina non esiste. Sono necessarie precauzioni soprattutto riferite alla tipologia di pelle del paziente come ad esempio Herpes, formazioni frequenti di macchie scure come risposta ad uno stimolo irritativo e fototipo alto.

Dopo quanto tempo posso sottopormi ad un trattamento con luce pulsata se ho fatto un filler?

Il tempo necessario affinchè ci sia un completo ricambio cellulare dell'epidermide si attesta intorno alle 2-3 settimane. Dopo tale periodo si può effettuare il trattamento. Anche in seguito ad un trattamento di peeling, il tempo consigliato di attesa è il medesimo.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

(L’accettazione è necessaria per procedere. La mancata accettazione rende ineseguibile qualsivoglia attività.)

2.