Mastoplastica

additiva senza esagerare

Partiamo dal concetto che la misura ideale della protesi è quella indicata dal corpo stesso, ovvero quella naturale! Se non ci si vuole pentire dopo essersi sottoposti ad un intervento di mastoplastica additiva bisogna scegliere una protesi adatta al proprio corpo e soprattutto adeguata al tipo di tessuti. Il chirurgo deve far fronte alle aspettative delle pazienti e a ciò che i loro tessuti gli consentono di fare. Più si tiene conto di questi due fattori e più il risultato sarà migliore.Andiamo ad illustrare alcuni validi consigli da seguire nella scelta delle protesi.

Contattaci

Informazioni Generali

E’ meglio evitare protesi di grandi dimensioni se la cute è sottile ed il tessuto mammario limitato. Non incorriamo così in un eccessivo stiramento della pelle che potrebbe palesare la presenza della protesi stessa. Se il seno risulta svuotato con pelle rilassata ed il tessuto mammario è scarso è meglio optare per una protesi più stretta e rinunciare ad un forte riempimento. Nel caso in cui, invece, la cute è tesa e il tessuto mammario è sufficiente a nascondere la protesi, abbiamo a disposizione varie soluzioni di misure, cosa che non si può fare se la cute risulta essere rilassata, poiché non ne sopporterebbe il peso in caso di scelta di protesi abbondante. In conclusione la moderazione ed il buon senso sono sempre da seguire per avere corretti e piacevoli risultati nel lungo periodo. Più si è informati riguardo all’intervento più si sarà consapevoli di ciò che si va a fare, il colloquio con il chirurgo serve a chiarire i dubbi e frenare le aspettative anche grazie ad una visita accurata in cui il seno viene misurato in modo preciso. E’ impossibile che due pazienti abbiamo, anche con la scelta dello stesso tipo di protesi, i seni uguali. Così come una mammella non sarà mai identica all’altra anche dopo mastoplastica.E’ quindi fondamentale scegliere la protesi più corretta per il proprio corpo ed i propri desideri. Il chirurgo può aiutarvi in questa scelta come può indicarvi la tecnica di  adatta per l’inserimento delle protesi. Attraverso una sola incisione nella piega sottomammaria, oppure lungo il bordo inferiore dell’areola sottomammaria, in alcuni casi sotto le ascelle creando una sacca per l’inserimento delle protesi. La scelta dell’incisione è collegata alla posizione scelta per la protesi, in sede retro mammaria oppure dietro al muscolo pettorale.

Contatta Cliniche Nova Genesis

Compila il form per richiedere una visita completamente
Gratuita presso una delle sedi del dottor Alberto Rossi Todde.

Richiedi una visita
gratuita

1.

2.